Mi chiamo Luca Agricola. Mi sono avvicinato al teatro già al liceo, in Sicilia, dove sono nato, e questa mia passione mi ha portato a studiare alla Scuola Teatrale di Movimento del teatro Club di Catania e a trasferirmi a Genova, dove collaboro da 15 anni col Teatro dell'Ortica. In questo modo ho avuto la possibilità di conoscere il teatro sociale, dove l'azione teatrale si mescola con l'azione di aiuto e la pedagogia. Negli anni sono stato coinvolto in progetti teatrali nelle scuole, in carcere, con l'handicap e la psichiatria e faccio parte della compagnia Gruppo Stranità. Ho anche fatto parte del Gruppo di Teatro Campestre con lo spettacolo Un fischio, samba, morte. Parallelamente ho partecipato alla produzione di molti spettacoli, occupandomi anche della drammaturgia e della regia. Ho seguito vari corsi e workshop nel corso degli anni, tra cui con Giorgio Rossi di Sosta Palmizi, Hajo Schuler della Familie Floz, con i clown Jean Ménigault e Avner the Eccentric, con l'artista di strada Peter Weyler e il maestro delle bolle Lorenzo Lovisolo.

Attualmente frequento per il secondo anno la formazione professionale per danzatori contemporanei L'Azione Silenziosa, promossa dalla compagnia DEOS di Genova e con la direzione artistica di Giovanni Di Cicco.

Lavoro nella palestra di arti circensi sYnergiKa asd, dove insegno giocoleria a bambini ed adulti e dove posso allenarmi e ampliare la mia formazione con l'acrobatica, il verticalismo e l'acrodanza.

Ho fatto parte dello spettacolo Sonata per bagaglio a mano con la regia di Alessandro Maida e Giorgia Russo del MagdaClan Circo.

Studio filosofia e canto e mi alleno quotidianamente con la giocoleria.

Da diversi anni cerco di portare nell'arte di strada la mia esperienza acquisita in teatro.